Meet The Creatives: Susan Meinen

Scopri questi modelli con la nostra nuova serie, che esplora il mondo dei creatori che hanno dato forma alla collezione di questa stagione. La prossima è Susan Meinen, a capo del nostro dipartimento di design stampe.

Date

Monday, 9 September 2019

Share

Susan Meinen
Print designer

Le stampe sono il nostro elemento distintivo: tutte quelle che vedi nelle nostre collezioni, dalle sorprendenti fantasie floreali alla Toile de Jouy bohémien, fino alle decise grafiche street, sono state create dall’incontenibile immaginazione di Susan, a capo del nostro dipartimento di design stampe. Susan lavora dal nostro studio di design, soprannominato in modo affettuoso “la chiesa” poiché è ospitato all’interno di un’ex chiesa del XVII secolo nel cuore di Amsterdam, e crea tutte le nostre stampe da zero insieme al suo team di talentuosi designer. Dedica tanto lavoro e passione a ogni design. Qui, Susan, il cui amore per le immagini appare in tutta la sua evidenza a chi la incontra, dato che è letteralmente ricoperta di tatuaggi, ci parla del suo lavoro creativo e di come tutto sia iniziato quando suo padre le regalò una scatola di gessetti.
image
image
“Comincio sempre a disegnare a mano: ritagli di carta, schizzi con i gessetti, decorazioni dipinte. Poi elaboro i disegni digitalmente, abbinando i disegni realizzati a mano con forme dalle linee pulite, per renderli più moderni.”

“Ci piace raccontare delle storie attraverso le nostre grafiche. Le nostre stampe sono il risultato di varie idee del gruppo di lavoro, che sa renderle divertenti e interessanti. Nel tipico stile di Scotch!”

Susan Meinen
Susan Meinen
Susan Meinen

“Credo che il mio amore per i disegni iniziò quando mio padre mi regalò una scatola di gessetti. E con i trucchi di mia madre, che utilizzai per colorare i muri bianchi del nostro soggiorno!”

image
image
“Qualsiasi cosa può essere fonte di ispirazione: gli scambi di idee con i colleghi, quando si esce a bere qualcosa con gli amici, film, viaggi, libri, musica. A volte mi sveglio con qualche idea, ma, più spesso, si trova l’ispirazione durante il processo creativo.”
image
“Ho fatto il mio primo tatuaggio a 15 anni: un disegno tribale. Mi piacciono i tatuaggi grandi, non eccessivamente elaborati. I miei tatuaggi più grandi sono un serpente con peonie giapponesi sulla gamba e un’aquila sulla schiena disegnata da Marco Serio, il mio tatuatore preferito.”
image

“Una delle mie stampe preferite di questa stagione è la Toile de Jouy. Se la guardi da vicino, riesci a vedere tantissime cose: c’è persino un pizzico di humour, dato da quei serpenti striscianti che ti osservano.”