Acrilico

L'acrilico è un tessuto artificiale al contempo morbido e vellutato che regala al tatto la stessa sensazione della lana.
Lavaggio: L'acrilico è un tessuto che può essere lavato sia a mano che in lavatrice. Quando si lavano in lavatrice indumenti in acrilico, lavali in acqua calda, aggiungendo l'ammorbidente durante il risciacquo finale. L'ammorbidente contribuisce a ridurre le cariche elettrostatiche. Ti consigliamo di lavare gli indumenti in acrilico più delicati a mano in acqua calda.

Cashmere

Il cashmere è un tessuto prezioso molto delicato che deve essere trattato con particolare cura.
Lavaggio: Lava i capi in cashmere gentilmente a mano in acqua tiepida usando un detersivo particolarmente delicato o lo shampoo. Non mettere mai indumenti in cashmere in lavatrice o nell'asciugabiancheria. Rimuovi delicatamente la schiuma dall'intera superficie e risciacqua accuratamente il tessuto con acqua tiepida. Non strizzare né torcere l'indumento per evitare che si deformi.
Asciugatura: per asciugare capi di cashmere, comprimili delicatamente in modo da eliminare l'acqua in eccesso assorbita dal tessuto (senza tuttavia strizzare o torcere il capo). Stendi il capo sopra un asciugamano pulito e riportalo alla silhouette originale; quindi arrotola l'asciugamano creando una sorta di rotolo, di cui l'indumento di cashmere ne è il ripieno. Applica una leggera pressione sull'asciugamano, quindi srotolalo e distendi l'indumento su un altro asciugamano asciutto e pulito. Per completare, lascia asciugare all'aria. Importante: non appendere mai un indumento di cashmere su una gruccia se non vuoi che si deformi; piuttosto, quando l'indumento è completamente asciutto, piegalo con delicatezza e riponilo con cura in un cassetto, pronto per essere nuovamente indossato. Importante: ricorda che alcuni indumenti di cashmere, ad esempio i tessuti cardati in puro cashmere, si devono lavare solo a secco. Controlla attentamente l'etichetta e non lavare mai in acqua un capo in cashmere lavabile solo a secco.

Velluto a coste

Il velluto a coste è un tessuto di cotone pesante con un ordito di pelo che corre in senso longitudinale.  
Lavaggio: Il velluto a coste si può lavare come un qualsiasi tessuto di cotone; tuttavia, è bene evitare di stirarlo per non schiacciare la costolatura.

Cotone

Il cotone è un tessuto naturale che può essere lavato senza problemi. È un materiale che resiste alle alte temperature e nemmeno l'acqua bollente ne danneggia le fibre.
Lavaggio: Il cotone può essere pertanto lavato ad alta temperatura con qualsiasi detersivo per lavatrice. Per mantenere il loro inconfondibile colore bianco perla, gli indumenti di cotone bianco possono anche essere lavati in candeggina.
Asciugatura: una volta lavati, i capi di cotone possono essere fatti asciugare con l'asciugabiancheria ad alta temperatura. Tuttavia è bene ricordarsi che il cotone tende a sgualcirsi facilmente e per questo è necessario stirarlo.

Felpa

La felpa è un materiale sintetico moderno che viene utilizzato per creare indumenti per le stagioni più fredde.
Lavaggio: i capi di felpa possono essere lavati a temperatura media, ma devono essere tolti dalla lavatrice non appena termina il programma di lavaggio. Si tratta di un accorgimento importante per conservare la vaporosità della felpa evitando che diventi opaca.
Asciugatura: Questo è anche il motivo per cui non si deve usare l'asciugabiancheria con gli indumenti in felpa, che devono essere invece appesi a una gruccia e fatti asciugare all'aria perché mantengano la loro bellezza.

Pelle

Gli indumenti in pelle sono capi eterni che possono durare per anni e anni se vengono conservati come si deve. Leggi attentamente le istruzioni sull'etichetta interna e seguile scrupolosamente per evitare di rovinare i tuoi indumenti in pelle.
Macchie: In linea generale per rimuovere le macchie da tessuti in pelle, è sufficiente sfregare delicatamente con un panno inumidito. Così facendo è possibile rimuovere le macchie esterne più evidenti, come sporco e polvere. Per eliminare le macchie più difficili, si può applicare sull'area interessata dalla macchia un detergente spray per pelli (non a base di acqua), strofinando la macchia delicatamente con una salvietta morbida. Non usare panni o spugne ruvidi che potrebbero graffiare la pelle delicata.
Lavaggio: alcuni tipi di pelle possono essere lavati a mano in acqua tiepida con un sapone delicato. Spesso il sapone per i piatti risulta particolarmente efficace, in quanto non contiene sostanze chimiche aggressive che potrebbero rovinare la pelle. Per far questo, il modo migliore è quello di immergere la giacca in pelle in una piccola bacinella piena d'acqua e sapone per i piatti. Con un movimento circolare, sfregare con delicatezza sui punti sporchi fino a quando le macchie non sono state completamente rimosse. Quindi appendere il capo a una gruccia e lasciare asciugare all'aria. Importante: - non appendere mai indumenti vicino a un termosifone in quanto il tessuto potrebbe irrigidirsi; - per essere certo che una giacca in pelle mantenga la sua silhouette perfetta, è meglio farla pulire da una lavanderia qualificata.

Lino

La maggior parte dei tessuti di lino è lavabile, ma è sempre buona norma controllare l'etichetta per sicurezza.
Lavaggio: lava gli indumenti di lino a mano con un sapone delicato; in alternativa, puoi sempre lavarli in lavatrice con il programma di lavaggio a mano.
Asciugatura: il lino è un tessuto che tende a sgualcirsi facilmente; per questo i capi in lino dovrebbero essere asciugati stendendoli o appendendoli.

Lyocell o Tencel

Il lyocell o tencel può essere spesso lavato in lavatrice e asciugato nell'asciugabiancheria.
Lavaggio: scegli un programma ad alta temperatura per il ciclo di lavaggio e a bassa temperatura per la fase di risciacquo; se usi l'asciugabiancheria scegli un programma antipiega o a temperatura media.
Asciugatura: se scegli di asciugare a macchina il tuo capo in tessuto di tencel, ricordati che al primo lavaggio potrebbe restringersi fino al 3%. Importante:
- A volte i tessuti di tencel sono combinati con rayon o cotone per creare un effetto seta. in questo caso potrebbe essere necessario lavarli a mano e stenderli per farli asciugare;
- i tessuti di tencel possono irrigidirsi se lasciati asciugare all'aria per ammorbidirli, inseriscili con un asciugamano morbido nell'asciugabiancheria e usa un programma a bassa temperatura.

Modal

Il tessuto modale, più comunemente "modal", deve essere pulito delicatamente per evitare di rovinarlo e per far sì che conservi flessibilità e tinta. Se trattato bene, è un tessuto altamente resistente.
Lavaggio: Alcuni indumenti in modal sono delicati e devono essere lavati a mano in acqua fredda con un detersivo delicato; quindi avvolti in un asciugamano per eliminare l'acqua assorbita dal tessuto e infine lasciati asciugare in posizione distesa all'ombra. I capi più robusti possono essere invece lavati in lavatrice, con un programma delicato in acqua fredda, quindi fatti asciugare all'aria o con l'asciugabiancheria usando un programma non intenso.
Macchie: Se compaiono piccole macchie sul tessuto modal, è possibile rimuoverle sfregandole a mano e usando un detersivo delicato. Per eliminarle, non lasciare in ammollo il tessuto né sfregare con forza. Prima si interviene sulle macchie, migliore sarà il risultato finale. Quando una macchia è ancora fresca, a volte è sufficiente bagnarla per rimuoverla, in particolare se si applica un detersivo delicato. Se il tessuto si sgualcisce, è possibile stirarlo con un ferro a bassa temperatura. Quando si stira un capo in modal e si distendono le singole fibre, un tessuto spento può riprendere vita e recuperare la sua lucentezza originale.
Importante:
- i tessuti modal non devono essere lavati o asciugati ad alta temperatura, né tollerano la candeggina o altri detergenti aggressivi.
- Se vuoi evitare di sgualcire il tuo indumento in modal quando sei in viaggio, invece di piegarlo puoi arrotolarlo. e in questo modo risparmi anche dello spazio in valigia;
- gli indumenti in modal non devono essere lasciati appesi a lungo a una gruccia. Così facendo, infatti, possono deformarsi e alcune fibre possono anche rompersi, rendendo i capi più delicati e contribuendo a fargli perdere in parte la caratteristica elasticità.

Nylon

Grazie alla sua robustezza, spesso il nylon viene usato in giacche e soprabiti.
Lavaggio: la maggior parte degli indumenti di nylon può essere lavata in lavatrice e asciugata con l'asciugabiancheria a bassa temperatura.
Asciugatura: Ricorda comunque che il nylon può generare cariche elettrostatiche durante l'asciugatura. Per ridurre al minimo le cariche elettrostatiche ti consigliamo di aggiungere delle salviette ammorbidenti durante il ciclo di asciugatura, ricordandoti di togliere i capi dall'asciugabiancheria non appena termina il programma.

Poliammide

I tessuti di poliammide sono comunemente usati per i capi di abbigliamento outdoor e da ginnastica. Questo tessuto dà al tatto la stessa sensazione del cotone morbido. Tuttavia, a differenza del cotone, è un tessuto traspirabile e impermeabile, caratteristiche che aiutano a mantenere una piacevole temperatura corporea e ad eliminare l'umidità.
Lavaggio: la poliammide è un tessuto che può essere tranquillamente lavato in lavatrice, ma solo in acqua fredda. Per lavare indumenti in poliammide scegli un programma normale in acqua fredda, usando un detersivo per lavatrici privo di candeggina. In alternativa puoi lavarli a mano in acqua fredda.
Asciugatura: Lascia asciugare all'aria. Non usare fonti di calore per asciugare l'indumento, in quanto il calore tende a restringere il tessuto.

Poliestere

Il tessuto poliestere è una fibra sintetica che non si deforma e pertanto mantiene perfettamente la forma dell'indumento.
Lavaggio: la maggior parte degli indumenti in poliestere può essere lavata in lavatrice e asciugata con l'asciugabiancheria. Lava in acqua calda e aggiungi un ammorbidente durante il risciacquo finale.
Asciugatura: Anche se possono essere asciugati con l'asciugabiancheria a bassa temperatura, il modo migliore per asciugare i capi in poliestere è più semplicemente quello di appenderli a una gruccia.

Rayon

Il rayon è un tessuto robusto dalle grandi proprietà assorbenti che al tatto ha una morbidezza analoga a quella della seta. Il rayon tende a sgualcirsi facilmente, ad allungarsi quando si bagna e a ridursi, invece, quando si lava.
Lavaggio: Alla luce di queste caratteristiche si consiglia di lavare a mano tutti i capi in rayon lavabili. Il rayon è un tessuto vulnerabile quando è bagnato ed è per questo che il movimento della lavatrice potrebbe danneggiarlo. Anche se è un tessuto robusto, richiede comunque cure e attenzioni speciali per conservare forma e lucentezza. Non strizzare, torcere o ammucchiare capi di rayon. Basta scuotere i capi gentilmente e distendere le pieghe con le mani. Per stirare un indumento in rayon, occorre stirarlo al rovescio per evitare che si formino aloni lucidi. Per distendere le pieghe usa un ferro non troppo caldo, che deve essere appoggiato sul tessuto ancora leggermente umido.
Importante:
- non usare l'asciugabiancheria poiché potrebbe rovinare il tessuto.

Satin (o raso)

Il satin (o raso) è un tessuto fine morbido che lo rende particolarmente apprezzato. La resistenza varia a seconda della qualità, così come sono diverse le opzioni di lavaggio. Leggi con attenzione le istruzioni sull'etichetta interna per capire il metodo di lavaggio più indicato per l'indumento.
Lavaggio: i capi in satin (o raso) devono essere lavati a mano. Se preferisci la lavatrice, usa un programma per capi delicati, in acqua fredda e con un detersivo delicato, ad esempio Woolite. Quando lo lavi a mano, lascia il capo in ammollo in acqua tiepida per 3-5 minuti ca. Rimuovi delicatamente la schiuma dalla superficie dell'indumento e risciacqua accuratamente con acqua fredda. Non strizzare né torcere, in quanto i capi in satin potrebbero deformarsi.
Asciugatura: Non usare l'asciugabiancheria con i capi in satin. Piuttosto, stendi l'indumento sopra un asciugamano asciutto e pulito, arrotolalo (immagina che sia un rotolo e l'indumento in satin il ripieno) e comprimi per eliminare l'acqua in eccesso assorbita dal capo. Quindi, srotola, prendi il capo e distendilo su un altro asciugamano, sempre asciutto e pulito per completare l'asciugatura, evitando di esporlo direttamente al sole o a fonti di eccessivo calore.
Importante:
- non lavare mai indumenti in satin in acqua calda, l'acqua calda potrebbe ridurli anche del 10 o 20%;
- i capi in satin si possono stirare con un ferro da stiro a secco a temperatura medio-bassa; Gli indumenti in satin devono essere stirati al rovescio, dando colpi brevi e secchi senza che il ferro indugi troppo su uno stesso punto.

Seta

Benché la seta sia un tessuto delicato che deve essere pertanto trattato con estrema delicatezza, è anche piuttosto facile da pulire. Infatti, questo tessuto tende naturalmente a liberarsi in modo rapido dello sporco e non deve essere lavato per forza a secco per conservare le sue qualità.
Lavaggio: Gli indumenti in seta devono essere lavati delicatamente a mano in acqua fredda. Usa un detersivo particolarmente delicato (es. Woolite, che contribuisce a conservare gli oli naturali dell'indumento). Sciacqua in acqua fredda fino a che tutto il sapone residuo non sia stato completamente rimosso. Durante la fase di risciacquo aggiungi all'acqua alcune gocce di balsamo per capelli, che aiuta a conservare la morbidezza e flessibilità della seta.
Asciugatura: dopo aver arrotolato il capo in un asciugamano, fai pressione sul capo fino a quando tutta l'acqua assorbita dal tessuto non sarà completamente eliminata. Non strizzarlo né torcerlo, altrimenti corri il rischio di rovinarlo. Appendi il capo bagnato e lascialo asciugare all'aria. Asciuga i capi in seta lontano dalla luce diretta del sole.
Importante:
Stira gli indumenti in seta solo se è strettamente necessario. In tal caso, metti un panno tra il ferro da stiro e il tessuto e regola il ferro a bassa temperatura. Se nell'etichetta non è espressamente indicato, si dovrebbe evitare di lavare a secco la seta in quanto alcune qualità di seta tendono a ridursi.
Per pulire le macchie, puoi usare l'aceto o il succo di limone, avendo l'accuratezza di fare prima una prova su un'area circoscritta per verificare la tenuta del colore.
Usa la massima delicatezza:’ i movimenti della lavatrice restringono il tessuto. Anche i programmi per capi delicati sono comunque troppo aggressivi per un tessuto così delicato.
- La seta è una fibra naturale. Non si deve pertanto candeggiare se non si vogliono rovinare le fibre.
- Fai attenzione a non lasciare tracce di lacca o di profumo sulla seta; il contenuto alcolico di tali sostanze rovina il tessuto.

Spandex/lycra/elastane

Il tessuto spandex è una fibra sintetica elastica che può essere allungata più volte rispetto alla sua lunghezza iniziale ma ha sempre la capacità di recuperare le misure originali.
Lavaggio: Gli indumenti in spandex possono essere lavati a mano o in lavatrice, sempre in acqua calda. Per lavare tessuti che contengono spandex, non usare sbiancanti a base di cloro che lo rovinano.
Asciugatura: Lascia asciugare rapidamente l'indumento senza stirarlo; se si usa l'asciugabiancheria impostalo a bassa temperatura.

Camoscio

Il camoscio è un tipo di tessuto realizzato con la superficie inferiore della pelle. Le fibre sono lucidate e sollevate per creare un effetto velluto. Una corretta pulizia e un'adeguata protezione sono imprescindibili per conservare la bellezza dei capi in camoscio. Per cominciare, l'uso di uno spray protettivo garantisce un'efficace protezione degli indumenti in camoscio.
Macchie: La pulizia puntuale può essere fatta direttamente a casa utilizzando un prodotto specifico per pelle scamosciata invece di un generico detergente per pelle e cuoio. Sfregare con delle gomme per camoscio può essere utile per rimuovere lo sporco e alcune macchie. Per rimuovere sporco e macchie può essere efficace sfregare con un panno secco nei punti interessati. Se necessario, si può provare a bagnare appena un panno con l'aceto per rimuovere le macchie; prima, però, si deve fare una prova in un'area circoscritta del tessuto. Applica una piccola quantità di aceto sul panno e tampona la superficie, prestando attenzione a non bagnarla troppo. Lascia asciugare all'aria in modo da disperdere l'odore.
Importante:
- Non stirare indumenti di pelle scamosciata, in quanto il ferro da stiro potrebbe rovinarli; piuttosto aspetta che le grinze svaniscano da sole, distendendo il capo su una gruccia imbottita; se devi stirarlo, disponi un foglio di carta assorbente sopra la superficie di pelle scamosciata e stira il tessuto con colpi molto rapidi;
- Non usare gel a base di petrolio (es. vaselina) poiché gli agenti idrorepellenti lasciano macchie sulla pelle scamosciata;
- Non conservare il camoscio all'interno di borse di plastica o altre custodie non traspirabili: potrebbero seccare la pelle con il rischio che si formino delle crepe;
- Il camoscio è una qualità di pelle; In genere, è bene far lavare i capi in camoscio da una lavanderia professionale, a garanzia di una pulizia accurata.

Tulle

Il tulle è un tessuto molto delicato, che deve essere trattato e lavato con cura.
Lavaggio: Lava esclusivamente a mano questo tessuto, in quanto tende a strapparsi facilmente se lavato in lavatrice. Dopo aver versato il sapone in scaglie o detersivi delicati nell'acqua, agita delicatamente. Non sfregare o torcere.
Asciugatura: Lasciare asciugare direttamente al sole e non usare mai l'asciugabiancheria.

Velluto

Controlla sempre l'etichetta, verificando che l'indumento in velluto sia lavabile. Per gli indumenti in velluto di cotone o di seta, e non di un tessuto sintetico facile da trattare, si consiglia il lavaggio a secco. Se lavati a casa, i capi in velluto di cotone e seta tendono a deformarsi e assumono un aspetto rovinato.
Macchie: prima di lavare un indumento, è necessario trattare specificamente le singole macchie; in caso contrario, le macchie potrebbero indurirsi e rovinare il pelo del velluto. Con un panno inumidito in acqua tiepida, tamponare delicatamente la macchia, seguendo un movimento verticale, su e giù. Tampona con un panno asciutto per eliminare l'acqua in eccesso.
Lavaggio: non lavare mai capi in velluto in lavatrice ma lavali delicatamente a mano con un detersivo delicato.
Asciugatura: Lascia asciugare rapidamente senza stirare, stendendo il capo in velluto su un ripiano. L'indumento dovrebbe essere asciugato su un ripiano senza stirarlo.

Viscosa

La viscosa è un materiale semi-sintetico composto da fibre naturali trattate chimicamente.
Lavaggio: Gli indumenti in viscosa si possono lavare a mano con un detersivo per lavatrici delicato. Immergi i capi in acqua, girali delicatamente e lasciali in ammollo per qualche minuto. Togli i capi dall'acqua saponata e sciacquali con attenzione in acqua calda. Non strizzarli, ma comprimili delicatamente fino ad eliminare l'acqua in eccesso assorbita dal capo. Benché sia meglio lavare a mano gli indumenti in viscosa, è comunque possibile lavarli anche in lavatrice. In questo caso, scegli un programma per capi delicati con una temperatura massima di 40 °C e togli gli indumenti dalla lavatrice non appena termina il programma.
Asciugatura: Ridai la sagoma originale agli indumenti, quando sono ancora umidi. Appendili con grucce anti-ruggine o distendili ad asciugare. Non usare mai l'asciugabiancheria per gli indumenti in viscosa.
Importante:
- Prima di avviare il programma di lavaggio, è sempre bene disporre i capi in viscosa al rovescio. in questo modo si proteggono le fibre delicate evitando che si rovinino;
- Riempi il cestello della lavatrice a metà. Se infatti riempi il cestello al completo di indumenti in viscosa, è più probabile che si creino grinze.

Lana

La lana è un tessuto che si deforma facilmente e perde definizione, se non viene lavata con cura. Ma cosa ancora peggiore, i capi in lana potrebbero infeltrirsi e rimpicciolirsi di varie volte rispetto alla taglia originale. Per questo, quando si lavano i capi in lana è importante usare la massima attenzione, verificando in primo luogo che sia davvero necessario lavarli. A differenza del cotone e dei materiali sintetici, la lana non si deve lavare di frequente. Tra un uso e l'altro, è sufficiente lasciare i capi in lana a prendere aria.
Lavaggio: la maggior parte dei capi in lana può essere lavata in lavatrice usando un programma speciale per capi in lana. Tuttavia, è sempre meglio usare un metodo più delicato e lavare i capi in lana a mano. Usa un detersivo specifico per lavare gli indumenti in lana in lavatrice (ad es. Woolite) per garantire che conservino la loro bellezza e morbidezza. Diluisci il detersivo in acqua prima di mettere il capo in ammollo, evitando in questo modo di dover agitare l'indumento in lana bagnato. Calore, movimenti bruschi e detersivi sono nemici della lana; pertanto cerca di eliminare lo sporco lasciando il capo in ammollo e sciacquandolo. È sufficiente immergere delicatamente l'indumento in lana nell'acqua e concentrare la schiuma sull'intera superficie del tessuto. Risciacqua accuratamente in acqua fredda.
Asciugatura: Per eliminare l'acqua in eccesso, avvolgi il capo in un asciugamano (immagina che sia un rotolo e l'indumento in satin il ripieno), quindi comprimilo e schiaccialo delicatamente. Srotola e lascia asciugare il capo all'aria. Non appendere mai un indumento in lana a una gruccia ad asciugare, in quanto il tessuto bagnato si allunga e deforma. Piuttosto, per asciugare gli indumenti in lana appoggiali su un piano modellandoli secondo la forma desiderata. Cerchi maggiori informazioni per la cura dei tuoi prodotti? Consulta la nostra Guida generale alla cura dei prodotti per scoprire come trattare altri tessuti!